Teatro

Il nome di Riccardo Pazzaglia è indissolubilmente legato alla commedia musicale “Cyrano“, ma sono molte le opere teatrali a sua firma.

Commedia musicale "Cyrano"

1963 – “La gnoccolara“:  commedia di Pietro Trinchera, il più “moderno” autore napoletano del ‘700, riscoperta, restaurata e ricucita su Pupella Maggio. Ne firma anche la regìa.  Interpreti: Pupella Maggio e Annamaria Ackermann

1964 – “La moglie fatta in casa“: commedia in versi, in doppi settenari,  ispirata a “La scuola delle mogli” di Molière. Ne firma anche la regìa. Interpreti: Ugo D’Alessio, Rosita Pisano, Angela Pagano, Enzo Cannavale, Antonio Casagrande, Gennaro Di Napoli, Angela Luce

1970 – “Ogni giorno ne facciamo almeno tre“: Teatro-cabaret, che ironizzava sulle quotidiane infrazioni al codice penale.Testo scritto con Carlo Molfese. Lanciò Lino Banfi.

1978 – Cyrano“: commedia musicale con musiche di Domenico Modugno; un’accurata rilettura del “Cyrano de Bergerac” di Edmond Rostand, in un canovaccio di dialoghi originali, monologhi in versi, canzoni e balletti ispirati anche alla vita e agli scritti del Bergerac vero, autore drammatico, spadaccino, fisico e poeta.

1986 – “Partenopeo in esilio“: trasposizione teatrale dal romanzo (in larga parte autobiografico) edito da Rizzoli. Ne firma anche la regìa.

1987 – “Ritornati dal passato“, ommedia tragicomica sul tema della reincarnazione. Ne è stato protagonista con Geppi Glejeses. L’ambientazione della commedia è nella Napoli bombardata del 1943. Ne firma anche la regìa.

1989 -“Il brodo primordiale“: trasposizione teatrale del best-seller edito da Rizzoli e che scaturiva da una sua frase “lanciata” e diventata celebre insieme al neologismo “separati in casa” nel programma-tv con Renzo ArboreQuelli della notte“.  Il suo “brodo primordiale” è quello del rione Sanità, a Napoli, che racconta con ironia e tenerezza. Sue anche gran parte delle musiche (come già fatto per “Partenopeo in esilio“).

1992 – “Traduce” in italiano, in rima, “Il Guarracino“, popolare canzone napoletana di autore ignoto del ‘700, che verrà utilizzata dal Teatro San Carlo di Napoli, nel 2004, per un balletto classico.

2000 – “La crociera delle fette biscottate“, commedia musicale per il teatro dei ragazzi (Premio “Piccoli spettatori” Padova 2001);

Le commedie in un atto “Il cognome della pasta” e “La seduta in piedi” messe in scena nelle ville venete sul Brenta nella stagione estiva dell’anno 2000 e 2001.